Perché mi sento il latte?

Il latte fornisce il corpo con sostanze nutritive, vitamine e proteine ​​essenziali. Calcio e vitamina D, due componenti principali del latte, aiutano a formare forti ossa e denti, rendendola una bevanda vitale soprattutto per i bambini in crescita e le donne anziane a rischio di sviluppare l’osteoporosi, una malattia che indebolisce le ossa e scatena una riduzione della densità ossea. Alcune persone consumano grandi quantità di latte, che potrebbero essere il risultato di condizioni sottostanti, restrizioni dietetiche o desideri psicologici. Quelli con voglie di latte dovrebbero controllare il loro consumo per determinare la causa.

Il latte, sebbene sia sano, presenta grassi saturi indesiderati, che sanciscono qualsiasi dieta. Quando gli amanti del latte rimuovono o limitano il loro consumo di latte, si possono sviluppare cravings. Indulging o privato di latte impacca i tuoi obiettivi di gestione del peso. Ignorare una voglia può portare ad un impulso straordinario di bere il latte. Dopo il consumo, si sviluppano sensazioni di colpa e si evita di nuovo il latte fino a quando un altro urto non colpisce. Una soluzione sarebbe quella di sostituire il latte intero o 2 per cento con latte senza grassi e controllare la porzione di pratica.

Le cravings e il consumo di latte sono state descritte dai pazienti e dai ricercatori come rimedio per la debolezza del corpo. Uno studio di casi pubblicato dalla “Journal of German Psychiatry” ha valutato una donna di 46 anni che consumava da 4 a 5 litri di latte al giorno per alleviare la debolezza del corpo. I test fisici e psicologici erano normali, ma quando non beveva latte non riusciva a svolgere i propri doveri quotidiani.

La letteratura di ricerca indica che la voglia di grandi quantità di latte può indicare una dipendenza razionale. Il “Journal of Health Economics” ha riportato uno studio di Auld e Grootendorst, 2004, che ha valutato la dipendenza del latte rispetto alle uova, alle arance, alle mele e alle sigarette. I risultati indicano che il latte è altamente coinvolgente, che porta a desiderio del latte.

Le voglie sono comuni a coloro che hanno sviluppato un’allergia alimentare al latte. L’inizio dei sintomi, che comprendono orticaria, vomito, diarrea, crampi addominali e pelle prurito, possono presentarsi tra qualche minuto e poche ore dopo il consumo. Non confondere le allergie al latte con proteine ​​del latte o intolleranza al lattosio: non sono le stesse condizioni. L’intolleranza provoca generalmente gonfiori, diarrea e gas quando vengono consumati vari prodotti lattiero-caseari.

Non è un segreto che molte donne in gravidanza vogliono cibi precedentemente odiati, come il latte, mentre evitano i cibi precedenti. Senza dubbio il latte è vantaggioso per voi e per il tuo bambino, quindi aggiungerlo alla vostra dieta gestazionale è un’idea intelligente, ma fai attenzione a consumare grandi quantità. La tua traccia digestiva può essere facilmente sconvolta dal lattosio trovato nel latte. Prova gli effetti del latte sul tuo sistema digestivo mentre sei a casa per determinare quanto bene il tuo corpo gestisce la tua nuova bevanda preferita.

Restrizione dietetica

Soccorso fisico

Dipendenza da latte

Allergie al latte

Gravidanza