Cosa è l’oligofruttosio?

L’oligofruttosio è una forma di fibra alimentare riscontrata nelle verdure e in altre piante, ma è disponibile anche come integratore. Un prebiotico, serve come cibo per batteri “amichevoli” che vivono nel tuo intestino. Inoltre, è una fibra solubile, il che significa che si scioglie in acqua. Se si mangia molta frutta e verdura, non avrai difficoltà a ottenere abbastanza di questa fibra dalla vostra dieta. Come integratore alimentare, l’oligofruttosio può offrire potenziali benefici. Sembra aumentare i sentimenti della pienezza, ridurre la fame e ridurre l’apporto calorico.

Oligofructose 101

L’oligofrutturo appartiene ad un sottogruppo di inulina – una classe di fibre solubili. Si trova in vari ortaggi e piante, tra cui cipolle, banane, aglio, cicoria e grano, secondo una revisione pubblicata nel numero di luglio del 1999 del “Journal of Nutrition”. Oligofructose è comunemente usato per fortificare il cibo con fibra e possiede un sapore pulito e dolce. Cibi fortificati quali cereali, yogurt di frutta, dessert congelati, biscotti e prodotti lattiero-caseari nutrizionali possono contenere oligofruttosio.

Proprietà nutrizionali

L’oligofruttosio è una forma di carboidrato che non aumenta lo zucchero nel sangue, secondo la rivista “Journal of Nutrition”. Questo lo rende ideale per coloro che soffrono di diabete. Inoltre, perché attraversa il sistema senza essere metabolizzati, l’oligofruttosio è più basso nelle calorie rispetto ai carboidrati tipici. Quasi tutto l’oligofructose passa nel colon dove è fermentato da batteri. Il processo di fermentazione contribuisce a 1,5 calorie per grammo. Carboidrati tipici forniscono 4 calorie per grammo.

Promuove la saticità

Un piccolo studio pilota ha scoperto che l’oligofructose promuove la pienezza e contribuisce a ridurre l’assunzione di cibo. In questa prova di due settimane, i volontari hanno preso 8 grammi di oligofruttura due volte al giorno. L’oligofruttura ha aumentato la sazietà a colazione e cena e ha significativamente ridotto l’assunzione di cibo a colazione e a pranzo. Gli autori propongono che gli integratori oligofruttosici possono aiutare coloro che sono in sovrappeso o obesi riducono la loro assunzione di cibo. I risultati sono stati pubblicati nel numero del maggio 2006 del “European Journal of Clinical Nutrition”.

Stimola i batteri amichevoli

Oltre ai suoi altri vantaggi, l’oligofruttosio è un bene per la salute digestiva. È un prebiotico, il che significa stimola la crescita di batteri benefici nell’intestino. Promuove la crescita di una colonia chiamata bifidobatteri. Questi microrganismi impediscono la crescita di batteri nocivi, aiutano ad assorbire determinate sostanze nutritive e contribuiscono a produrre vitamine B, secondo la rivista “Journal of Nutrition”. L’oligofruttosio è trovato come integratore alimentare nelle formulazioni prebiotiche. Poiché è un carboidrato fermentabile, l’integrazione può causare gas lieve e gonfiore, almeno inizialmente.