La storia dei set di ferro ping

Ping ha celebrato il suo 50 ° anniversario nel 2009. Dal 1959, Ping è cresciuto da un laboratorio nel garage di Karsten Solheims ad una società che impiega più di 1.000 lavoratori. Karsten Solheim, il fondatore di Ping, ha rapidamente guadagnato una reputazione per l’innovazione e che la qualità è stata particolarmente evidente nei ferri da ping durante i decenni. Ping ha prodotto alcuni dei ferri più riconoscibili della storia e rimane un produttore di ferro di prim’ordine, amato da dilettanti e professionisti.

K1 Irons

I ferri Ping K1 sono stati lanciati nel 1969. Essi presentavano un “assortimento di caratteristiche e innovazioni”, come la ponderazione perimetrale. L’utilizzo della ponderazione perimetrale ha permesso a Ping di creare una testa di club che era più perdonante. È stato anche prodotto da un “acciaio inossidabile 17-4ph di investimento investito”. Mentre il lancio è stato nel 1969, Ping aveva sviluppato le tecnologie per un po ‘di tempo. Già nel 1961, Ping ha sperimentato la ponderazione del tallone con la fresatura di una piccola cavità nella parte posteriore della testa del club. Questi esperimenti porterebbero alla creazione dei ferri innovativi K1.

Ferri da vista Ping

I ferri originali Ping Eye sono stati introdotti nel 1978. Essi hanno caratterizzato una forma di occhio nella cavità che ha contribuito a migliorare sentire mentre crea un livello più elevato nell’estetica del golf club. I ferri Ping Eye2 sono stati lanciati solo quattro anni dopo con “numerosi miglioramenti”. I ferri iconici sarebbero andati rapidamente per diventare i ferri più venduti nel gioco. Durante gli anni ’80, i ferri da vista Ping Eye2 sono stati visti in tutto il mondo per produrre grandi colpi, tra cui un bunker sparato da Bob Tway sul buco 18 per vincere il campionato PGA 1986.

Disegni moderni

Ping ha continuato a creare prodotti innovativi e i ferri Ping ISI del 1996 erano un altro esempio di tale tendenza. I ferri ISI sono stati il ​​primo club Ping da produrre usando il nichel. La lega è stata utilizzata per aiutare a migliorare la durata, creando una sensazione più morbida. Disegni più recenti includono la serie G2 ampiamente acclamata ei loro successori, i ferri G10 e G15. I ferri G15 hanno ricevuto un rating d’oro nel 2010 Golf Digest Hot List. I ferri Ping G15 dispongono di una porta di sintonizzazione personalizzata che consente il movimento di maggiore peso al perimetro. Questa tecnologia provoca una testa molto falsa di club che è popolare con i giocatori meno compiuti.

Ping sul giro

Ping resta un marchio popolare con i giocatori professionisti. Ping ha molti giocatori di staff sul PGA Tour, tra cui due volte vincitore Angel Cabrera e il giocatore di Ryder Cup Hunter Mahan. Lee Westwood, il primo giocatore al mondo alla fine del 2010, ha anche giocato a Ping club durante tutta la sua carriera.